Mr. ROBOT… OUR DEMOCRACY HAS BEEN HACKED

La prima serie Tv che consiglio è Mr. Robot.

mrrobot-key-art

La serie, nata negli Stati Uniti nel 2015, è di genere drammatico/thriller ed è stata ideata da Sam Esmail. La prima puntata è stata trasmessa il 24 Giugno dall’emittente USA network (rete televisiva via cavo statunitense). Il successo rimediato con la prima stagione ha fatto in modo che venisse confermata anche per una seconda, prevista per Giugno 2016. In Italia invece Mr. Robot sarà disponibile da Marzo 2016 sul canale premium stories ( canale di Mediaset premium).( Per chi non avesse Premium non credo ci sia bisogno di spiegare come trovarla).

La serie Tv parla di Elliot Alderson (Rami Malek, famoso per il ruolo del faraone in “una notte al museo”), un ingegnere informatico che lavora presso un’azienda di sicurezza informatica. Elliot viene presentato come un personaggio con forti disturbi psicologici, paranoico e dipendente da morfina, con il forte bisogno di controllare le persone che entrano in contatto con la sua vita, tanto da avere un “data base” con all’interno tutte le informazioni delle persone da lui hackerate.

La vita di Elliot cambia quando viene a contatto con Mr. Robot, capo di un gruppo di hacker fondatori ldella fsociety. Il gruppo ha come scopo quello di liberare le persone dall’oppressione della società e ha come obiettivo l’azienda E-corp, ritenuta responsabile di più “crimini”, fra cui un disastro ambientale che ha causato la morte del padre di Elliot.

Senza fare spoiler aggiuntivi la trama è abbastanza semplice: un gruppo di hacker che “lotta” per sconfiggere la società e liberare gli oppressi. A non essere semplice è il modo in cui questa storia viene raccontata. Il personaggio di Elliot ha mille sfaccettature, è disturbato, turbato, sa che deve combattere le ingiustizie ma non sa fino a che punto può spingersi per farlo. Così anche tutti gli altri personaggi sono caratterizzati alla perfezione. Gli episodi che capitano lasciano attaccati allo schermo per vedere cosa succederà e alla fine verrà voglia di rivedere se quello che è successo è coerente con l’inizio.

I tempi di narrazione sono abbastanza lenti, non c’è una continua azione, ci sono incertezze, titubanze, ma nonostante questo le puntate scorrono senza rendersene conto perché le vicende creano dubbi e punti interrogativi nello spettatore. In più è doveroso dire che finalmente non si vede un hacker che schiacciando qualche tasto a caso invia un virus che distrugge tutti i computer del mondo. Mr. Robot è curato anche in questi dettagli, rimanendo comunque una serie tv, quindi con qualche piccola “assurdità” comunque tollerabile.

Non bisogna essere un super nerd appassionato di computer per riuscire ad apprezzare Mr. Robot, e anche se alcuni termini tecnici non si conoscono non c’è problema, la storia si riesce comunque a seguirla.

La serie Tv è stata largamente premiata:

  • 2016 – Critics’ Choice Television Award:
  • Miglior serie drammatica
  • Miglior attore in una serie drammatica a Rami Malek
  • Miglior attore non protagonista in una serie drammatica a Christian Slater
  • Nomination per la miglior guest star in una serie drammatica a BD Wong

 

  • 2016 – Golden Globe:
  • Miglior serie drammatica
  • Miglior attore non protagonista in una serie, miniserie o film TV a Christian Slater
  • Nomination per il miglior attore in una serie drammatica a Rami Malek

 

  • 2016 – Satellite Award
  • Nomination per la miglior serie drammatica
  • Nomination per il miglior attore in una serie drammatica a Rami Malek
  • Nomination per il miglior attore non protagonista in una serie drammatica a Christian Slater

 

  • 2016 – Screen Actors Guild Award
  • Nomination per il miglior attore in una serie drammatica a Rami Malek

dimostrando un grandissimo successo.

Trailer:

Fonti: Wiredtelevisionandomediasetwikipedia