NARCOS, “PENSA COME UN POVERO E VIVRAI COME UN POVERO”

La serie Tv che consiglio oggi è Narcos.

narcos_large

La prima stagione è disponibile su Netflix dal 28 Agosto 2015 in America e dal 22 Ottobre in Italia ed è già stata confermata per una seconda prevista per il 2016.

La serie, scritta e prodotta da José Padilha ed Eric Newman, racconta dei narcos colombiani e in particolare della vita di Pablo Escobar (interpretato magistralmente da Wagner Moura) verso la fine degli anni ’80, il suo ruolo nel cartello di Medellin e della lotta intrapresa dalla DEA (Drug Enforcement Administration) per fermare il commercio di cocaina.

Spesso si è sentito paragonare Narcos a Breaking bad per la similitudine sul tema trattato. Ma se sentite una persona fare questo paragone vuol dire che non ha mai visto una delle due serie (o entrambe). Narcos è una storia completamente diversa e soprattutto si basa su fatti reali. Non parliamo di realtà come quella di Making a murderer ma di una storia che si basa su fatti reali, tanto che durante la serie compaiono vecchi filmati che ritraggono il vero Pablo Escobar.

Il bello di questa serie, quella che lo rende particolare, è il fatto che non è un semplice crime dove emerge una lotta fra bene (DEA e polizia) e male ( narcotrafficanti) ma è qualcosa di più. Mette in mostra un uomo, Escobar, che da un lato si mostra come un pazzo criminale disposto a tutto pur di “vincere” e dall’altro un uomo tranquillo e pacato, con una famiglia che ama e volenteroso di aiutare il suo popolo. Vengono mostrati dei tratti che lo fanno sembrare simpatico, che ti fanno tifare per lui nonostante  sia un criminale spietato.

Se comunque Narcos parla principalmente di uno dei più grandi criminali della storia degli ultimi anni, non va sminuita la parte che riguarda gli “antagonisti buoi”, soprattutto perché la voce narrante è di un agente della DEA, Steve Murphy (interpretato da Boyd Holbrook), Americano trasferitosi in Colombia per combattere il commercio della cocaina verso gli Stati Uniti. Viene infatti mostrato il lato volenteroso da parte della polizia di fermare Escobar, di fermare il commercio di droga, ma viene mostrato anche il loro modo a volte spietato di operare e l’essere logorati da una battaglia più grande di loro.

E infine è ottimamente curante tutta la parte politica che accompagna tutta la vicenda, sia quella riguardante la Colombia, sia quella riguardante l’America, dove viene mostrato un paese tanto preso dalla lotta al comunismo da trascurare il problema della droga.

Narcos è una serie che prende lo spettatore e lo incolla al divano perché è reale (complice il fatto di aver mantenuto le parti in spagnolo senza tradurle in inglese), cruda e spietata e introduce chi la guarda nel mondo di Pablo Escobar.

Trailer:

Fonti: panoramaserialmindswiredsorrisi